Orto Romano

Orto Romano

IL GIARDINO DOMESTICO DELLA CASA ROMANA DI AUGUSTA BAGIENNORUM
All’esterno del perimetro urbano dell’antica Augusta Bagiennorum, si trovano le rovine dell’anfiteatro  percepibili nel paesaggio agricolo ai margini della corte interna della Cascina Ellena. L’edificio fu costruito poco dopo la metà del I secolo d.C. su un terrapieno artificiale e fu utilizzato sino al IV secolo d.C. La concentrazione in questo luogo di condizioni paesaggistiche particolari, la forte connessione con l’archeologia del territorio e la dimensione domestica trasmessa dall’aia della cascina, hanno creato i presupposti ideali affinché l’area venisse scelta per la ricostruzione dell’ ”Orto romano” di Augusta Bagiennorum. Il progetto è parte integrante dell’iniziativa “Essenza del Territorio, una rete delle vie sabaude dei profumi e dei sapori”, che ha l’obiettivo di creare una rete di beni culturali e paesaggistici,  legati alla tradizione agricola del territorio circostante.

L’intervento si è ispirato alla tradizione romana dei giardini con scopo utilitaristico del I-II secolo a.C., dedicato alla coltivazione di ortaggi, frutta ed erbe aromatiche utili per la vita domestica della casa.
Le specie botaniche sono state selezionate facendo riferimento ai trattati di agricoltura degli autori classici e ai risultati delle analisi archeobotaniche eseguite durante la campagna di scavi dell’antica Augusta Bagiennorum.
L’ orto segue il “modulo” romano, di forma quadrangolare, con superficie di circa 100 mq, diviso in quattro settori regolari, coltivati con ortaggi, piante officinali e aromatiche, cereali e piante da frutto, separati da vialetti in terra battuta di larghezza idonea ai lavori di manutenzione dell’orto.

Al centro una pergola di vite su pali in castagno (jugatio compluviata – ad imitazione del compluvium, tipico tetto delle case romane aperto al centro), di dimensione tale da creare una zona ombreggiata di seduta che evoca il rituale romano di consumare il pranzo su triclini posti all’aperto.

Il perimetro è cintato da una siepe spinosa di biancospino (Crataegus monogyna Jacq.), prugnolo (Prunus spinosa Jacq.), sanguinella (Cornus sanguinea L.), corniolo (Cornus mas L.) e rosa selvatica (Rosa canina L.) a protezione dell’orto contro le intrusioni.

Portali di rose rampicanti (Rosa gallica L., Rosa pendulina L. e Rosa tomentosa Sm.) segnano gli ingressi nel Giardino mentre la recinzione interna dei settori è realizzata con grillages in legno di castagno.

schizzo orto romano_con settori1. Settore alberi da frutto: melo (Malus domestica Borkh.) e melo cotogno (Cydonia oblonga L.) circondati da tappeto erboso fiorito con bulbi da fiore e piante selvatiche locali.

2. Settore ortaggi: 4 micro aree coltivate in base ad un sistema di rotazione triennale, tecnica colturale già nota presso i romani per migliorare la resa delle colture e la salvaguardia della fertilità del suolo. Famiglie botaniche predominanti: Leguminose, Alliacee, Apiacee e Brassicacee (pisello, cavolo, aglio, carota).

3. Settore aromatiche e officinali: 3 aiuole principali con piante aromatiche annuali, biennali e perenni e piante singolari per la loro fioritura (lino, dittamo, issopo officinale). Aiuole miste di fiori e aromatiche, con valenza estetica e utilitaristica.

4. Settore cerealicolo: 2 micro aree seminate in base ad un piano di rotazione biennale con l’alternanza di cereali (farro) e piante leguminose (erba medica), utilizzate per arricchire il terreno di sostanze nutrienti. Le specie infestanti compresenti impreziosiscono l’area con fioriture estive e nello stesso tempo possono essere utilizzate con scopi culinari e officinali (fiordaliso, orzo, trifoglio).

Vi raccontiamo con le immagini le fasi di ricostruzione dell’Orto Romano. (leggi tutto).

Ecco un ricettario di duemila anni fa, è di Apicio un personaggio molto noto nell’antica Roma, nato intorno al 25 a.C . (leggi tutto)

Tutte le attività e le iniziative sul blog Terre Teller

 compagnia_SanPaolo

(Scopri il progetto Essenza del Territorio: clicca qui)

 

SCOPRI GLI ITINERARI COLLEGATI:
itinerario_orto_romano

Sapori e profumi dell’antica Roma

itinerario_macchina_tempo

La macchina del tempo

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...